Nel racconto di “Sotto al Vulcano” l’intero sistema vulcanico viene rivoltato e portato in superficie, all’attenzione dello spettatore che generalmente non si rende conto della complessità di un fenomeno che va oltre la cartolina stereotipata del golfo col pino in primo piano e la silhouette ondulata del Vesuvio sullo sfondo; va al di là anche delle ricostruzioni cinematografiche dell’eruzione del 79 d.C. spettacolari quanto clamorosamente false e fuorvianti. Questo documentario racconta la realtà del sistema vulcanico più famoso e, probabilmente, più pericoloso al mondo, quello del golfo di Napoli. Lo fa dal punto di vista scientifico, spiegando allo spettatore cos’è realmente un vulcano e, in particolare, cosa sono i nostri vulcani, espressione dello scontro e incontro tra placche tettoniche continentali che, nei loro punti di congiunzione, lasciano libero sfogo all’energia del sottosuolo. Ma lo fa anche dal punto di vista sociale, cercando di capire in che modo questa terra dalle caratteristiche così particolari ha influenzato la vita dell’uomo che qui vive da sempre. Ha influenzato l’economia della regione grazie ai raccolti abbondanti che offrono prodotti della terra di qualità superlativa; a partire dal vino, eccellente e in quantità tali da ispirare miti e culti religiosi come quello di Dioniso, divinità antica alla quale è associata la stessa identità del Vesuvio. Ha influenzato il modo di costruire, di edificare l’intera città, dominata dal tufo, dalla pozzolana, da strade lastricate di basolati in pietra vulcanica nerissima e solidissima.

PRENOTA IL TUO POSTO

Sotto il vulcano
Check box
Check box
Check box
Menu